• slide1
    slide1
  • 03
    03
  • slide2
    slide2
  • slide3
    slide3
  • 02
    02

FAQ

Cosa devo portare alla prima visita?

Per consentire allo specialista di conoscere la storia clinica, sia dal punto di vista delle malattie pregresse che del "vissuto" fisiologico, è utile portare la propria documentazione clinica (esami del sangue, radiografie, ecografie ecc.) ed il proprio codice fiscale ai fini della fatturazione

 

In cosa consiste la visita (analisi) posturale?

Il posturologo cerca di stabilire se esiste un problema discendente o ascendente, ed in quale percentuale esso è maggiore e potrebbe influire sulla postura non corretta dell'individuo che riferisce sintomatologia dolorosa muscolo-tendinea non spiegabile oppure non guaribile, oppure che riferisce vertigini, cefalea o altri sintomi non ben identificabili con le comuni metodiche strumentali.

 

In cosa consiste la terapia osteopatica?

La terapia osteopatica  cerca di localizzare l’origine del problema del paziente in modo da poter agire direttamente alla radice del disturbo grazie a manipolazioni mirate e dolci.

 

Il trattamento osteopatico è doloroso?

Trattandosi di manipolazioni dolci e non invasive, anche se alcune tecniche possono provocare un leggero fastidio temporaneo, il trattamento osteopatico non è doloroso.

 

Quanto dura una visita  (analisi) posturale?

Dura circa un’ora e al termine della visita viene rilasciato al cliente una cartella contenente l’esito dell’esame posturale e l'indicazione del percorso terapeutico.

 

Quanto dura un trattamento osteopatico?

Il trattamento dura circa 45 minuti.

 

Ci sono controindicazioni al trattamento osteopatico?

Trattandosi di manipolazioni dolci e non invasive non esistono controindicazioni al trattamento ma eventualmente solo a tecniche specifiche. Tuttavia si possono manifestare effetti secondari temporanei, come un lieve aumento dei sintomi preesistenti nelle 24/48 ore successive, a causa dell’adattamento del corpo al nuovo equilibrio raggiunto con la manipolazione. Anche in casi di osteoporosi o patologie ossee  importanti,  o in esiti chirurgici sarà cura dell'osteopata  agire con cautela ed avvalersi delle tecniche più congrue.

 

Quali sono le differenze tra l'osteopatia e la fisioterapia?

Sono in sostanza diversi campi d'azione perchè diverso è il percorso professionale svolto: in genere il fisioterapista agisce nel recupero funzionale mirato mentre l'osteopata interviene al ripristino generale dell'intero sistema  osteoarticolare, viscerale, cranio-sacrale. Alcuni fisioterapisti utilizzano le loro mani per trattare i tessuti e le articolazioni del corpo, come fanno gli osteopati. Tuttavia, in fisioterapia si tende a concentrarsi sull'area dove si sono localizzati i sintomi, mentre gli osteopati cercano in tutto il corpo la causa di quei sintomi per risolvere il problema alla radice.

 

La visita è detraibile ai fini fiscali?

Fino a quando l'osteopatia non sara' riconosciuta in Italia a livello normativo, le prestazioni di questi specialisti non potranno essere portate in detrazione dai pazienti. E’  rimborsabile da alcune compagnie assicurative a seguito di infortunio con una prescrizione medica.

fine faq