• slide1
    slide1
  • 03
    03
  • slide2
    slide2
  • slide3
    slide3
  • 02
    02

Problemi muscolo-articolari e blocchi articolari

CRAMPI MUSCOLARI

 

 

Il crampo è una violenta contrazione muscolare involontaria, improvvisa e dolorosa. Il soggetto presenta un dolore improvviso, violento e localizzato al muscolo colpito, che aumenta anche di consistenza. Di norma tale dolore è destinato a estinguersi spontaneamente in brevissimo tempo. Può infatti essere sufficiente provocare uno stiramento e successivo rilassamento del muscolo colpito per risolvere il crampo. Il crampo può essere provocato da eccessivo sforzo compiuto da un muscolo non allenato, o non riscaldato in precedenza, o da mancanza di acqua e sali minerali persi con un'abbondante sudorazione. In genere colpisce i muscoli delle gambe ma anche quelli delle braccia. Può comparire sia durante l'esecuzione di una qualsiasi attività fisica, anche leggera, che durante lo stato di riposo. Spessissimo il crampo notturno è provocato da serramento dentale.

 

DOLORI MUSCOLARI

 

La mialgia è il dolore localizzato ad uno o più gruppi muscolari. I muscoli colpiti si presentano contratti, dolenti alla palpazione e i movimenti, anche lievi, provocano dolore. I dolori muscolari, di norma, sono dovuti ad una violenta ed improvvisa contrazione involontaria di un muscolo. Possono però anche essere la conseguenza di una lesione parziale della struttura muscolare per un trauma. Il soggetto colpito presenta un dolore intenso ed improvviso, a volte anche violento, e sempre ben localizzato. Possono verificarsi in seguito a diverse circostanze: un'infiammazione acuta delle articolazioni, un'attività fisica protratta con impegno specifico di una determinata fascia muscolare, un deficit di sali minerali e di sostanze nutritive, in seguito ad intossicazioni o disfunzioni posturali con assimetria tonico-muscolare.

 

REUMATISMI

 

Con il termine reumatismo si definisce comunemente una serie di malattie, acute, subacute o croniche, che interessano le articolazioni, i muscoli, i tendini, i tessuti periarticolari, le borse sierose e in genere tutte le altre parti dell'apparato locomotore. Si tratta di malattie, nel loro complesso, molto frequenti: circa il 10% della popolazione soffre di una qualche forma di reumatismo. Di norma si manifestano con dolore, articolare o muscolare, più o meno diffuso e persistente, parziale rigidità del sistema muscolare e/o del sistema scheletrico, eventuale gonfiore, cute calda e arrossata in corrispondenza della zona interessata. La durata delle malattie reumatiche è varia e può assumere anche un decorso cronico, in cui periodi di relativo benessere si alternano a periodi di riacutizzazione. Spesso esiste una relazione con stati di intossicazione.